La Valigia dei Destini Incrociati

1464630_605758129479928_447011299_n

Lavorare a “La Valigia dei Destini Incrociati” (scritto da Alessandro Izzi, regia di Maurizio Stammati) è stata un’esperienza umana splendida, anche perchè ha rappresentato il mio primo avvicendamento sonoro-lavorativo al teatro.
Scrivere suoni e ambienti sonori per il teatro è completamente diverso dal fare lo stesso per film, corti, documentari o videogiochi. Questo principalmente perchè il teatro è “fisico”, reale è lì, e di conseguenza i suoni devono adattarsi a tale fisicità non in termini di potenza e volume, ma sotto il profilo della simbiosi ambientale. Per di più, lavorare ai suoni di uno spettacolo sulla Shoah (in ogni caso vista con occhi estremamente (!!) originali e toccanti) ha fatto si che il coinvolgimento nella creazione del background sonoro e dei sound effects si ampliasse a dismisura.
Bella scrittura, bella regia, belle scenografie, bravi attori, belle persone. Punto.

Advertisements